JIIA.it

Journal of Intercultural and Interdisciplinary Archaeology

Lingue e culture del Mediterraneo antico

1


Indice degli Abstracts:
1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11|12|13|



Anna Santoni


TITOLO: "Aristotele e la guerra."

Nel quadro delle definizioni che riguardano gli elementi più semplici dello stato, all'interno del primo libro della Politica, Aristotele considera la guerra, secondo natura, un'attività di acquisizione che si deve esercitare o sulle bestie o su quegli uomini che, nati per servire, si rifiutino di farlo (cioè i barbari) e dice che una tale guerra è giusta.
Senza ignorare il fatto che con una tale visione della guerra egli fornisce un retroterra ideologico perfetto dell'impresa di Filippo e di Alessandro contro la Persia, il mio lavoro intende rintracciare nel resto della Politica altri passi che permettono di illustrare come il filosofo sviluppa le implicazioni di questa sua affermazione di carattere generale e la sua coerenza ad esse, sia sul piano teorico che nell'analisi delle vicende di stati greci e non.













1

Pubblicazione periodica telematica registrata presso il Tribunale di Frosinone con il n.303/2003 | Testata associata all'USPI | Informazioni sulla rivista | Informazioni sul copyright | Trattamento dei dati personali | Note per gli autori | Contact |