JIIA.it

Journal of Intercultural and Interdisciplinary Archaeology

Lingue e culture del Mediterraneo antico

1


Indice degli Abstracts:
1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11|12|13|



Giacomo Manganaro


TITOLO: "Campani ai margini di Katane, alla fine del V secolo, e poi a Tauromenion."

Cartagine impiega mercenari anche Campani in Sicilia nel 414/413 a.C. (Diod. XIII, 44, 1 s.) e poi nel 404 favorisce l'occupazione di Entella (Diod. XIV, 9, 9) da parte dei Campani reduci dall'area siracusana (avevano soccorso Dionisio I: Diod. XIV, 9, 5-6). Alla pace del 405 tra Cartagine e Dionisio I (Diod. XIII, 144, 1 S.; Mazzarino, Introduzione alle guerre puniche, 44 s. ne confronta la clausole con la pace del 392: Diod. XIV, 96, 4), a tutela dell'autonomia dei Calcidesi e dei Siculi, Cartagine deve aver lasciato mercenari campani in fortilizi in area etnea-naxia (anche se Diodoro ne tace), i quali avranno ricevuto stipendio dalle città tutelate: così spiegherei la riconiazione di monete di Katane, Naxos, Atene ad opera dei Campani di Entella (J. Lee, NC, CLX, 2000, 13 s.: l'emissione di Naxos con testa di Assinos nel 410 a.C.: cfr. G. Manganaro, RBN, 1999, 63).
Dionisio lega a sé mercenari campani, sistemati in area etnea, ma ne tiene in ostaggio le famiglie, per cui nel 396 invano Imilcone tenta di attirare tous ten Aitnen katechontas Kampanous (Diod. XIV, 61, 4-6).
Da escludere che gli xenoi, di cui si parla a proposito dei Dinomenidi, fossero 'mercenari campani', come propone J. De La Genière, REG, CXIV, 2001, 24 s.: sul significato delle tombe a Gela con anfore di Nola risponderà certamente E. De Miro: si tratta piuttosto di Messeni, Coi o Cretesi (Ergotelos a Imera): G. Manganaro, AIIN, XXI-XXII, 1974-1975, 15 s.
Il parasemon monetale dei Campani-cavalieri è il cavallo al galoppo, che si associa sovente con l'elmo campano (anche quale R/: RBN 1999, 63): sono simboli della presenza di Campani in una città come Tauromenion (prima di Timoleonte!), caratterizzanti piccoli e bronzetti, che però sono di Tauromenion, etnico segnato dalla sigla che non è risolvibile come Kam(panon), ma come Ta(uromenitan), ad esempio sopra il toro cornipeta sul grosso bronzo riconiato ed entro corona su litra di .


1

Pubblicazione periodica telematica registrata presso il Tribunale di Frosinone con il n.303/2003 | Testata associata all'USPI | Informazioni sulla rivista | Informazioni sul copyright | Trattamento dei dati personali | Note per gli autori | Contact |