JIIA.it

Journal of Intercultural and Interdisciplinary Archaeology

1



Emilio Rodríguez Almeida

"Ad Speculam Britanniae: la boa ideale del periplo ipercantabrico."

Sin dai tempi dei racconti semi-favolosi sulle Cassiterides insulae esiste la costanza di un periplo (pur se non regolarmente stabilito e usato) di carattere iper-iberico pre-romano.
Che i romani lo abbiano consolidato già abbastanza presto (cioé, dal tempo delle guerre lusitano-celtiberiche) è cosa sostanzialmente certa, e la campagna militare di D. Giunio Bruto Gallaico è il probabile punto di partenza storica per quanto riguarda la costa occidentale della penisola Iberica.
Con il consolidamento definitivo delle frontiere nordiche, questo periplo ebbe una importanza strategica fino ad allora sicuramente sconosciuta, in quanto rotta insostituibile per l'approvvigionamento delle legioni, specialmente dei prodotti di prima necessità come l'olio della Baetica.
All'angolo nord-occidentale dell'Iberia, la specula (il faro) di Brigantium dovette essere, per questo periplo, un punto della massima importanza, paradigmatica, onde l'ammirazione con la quale ancora nel V secolo l'ispanico Orosio ne fa orgogliosa menzione.








































1

Pubblicazione periodica telematica registrata presso il Tribunale di Frosinone con il n.303/2003 | Testata associata all'USPI | Informazioni sulla rivista | Informazioni sul copyright | Trattamento dei dati personali | Note per gli autori | Contact |