JIIA.it

Journal of Intercultural and Interdisciplinary Archaeology

Project

1---> 2

JIIA Project :: 10 ottobre 2003

"Journal of Intercultural and Interdisciplinary Archaeology " (JIIA) nasce come pubblicazione periodica telematica, strumento di divulgazione scientifica e di aggregazione di risorse afferenti all'archeologia, alle scienze dell'antichità ed alle scienze applicate all'archeologia.
JIIA è una One Man Company, come dicono in America, un' "impresa" fatta da una sola persona, ma nel suo insieme è frutto di un impegno collettivo, è frutto del contributo di autorevoli studiosi che hanno sostenuto e dato credito ad un'iniziativa, direi titanica, anche contestata, perchè rifugge dai canali tradizionali, obsoleti, cartacei, della trasmissione di contenuti scientifici, perchè si concede all'Internet senza remore, in una dimensione globale.
Certo, mettere insieme tutto quanto non è stato impegno da poco, e dietro alle spalle non ci sono stati dipartimenti universitari che abbiano delineato un progetto scientifico, nè abbiamo usufruito del lavoro di web master, web designer o web developer, specialisti dei nuovi media. Tutto ciò non è il risultato di finanziamenti, altrove depredati, truccati, dilapidati, ed infruttuosi!
In questo senso è il frutto di una sola persona!
Con questa iniziativa vogliamo mediare esperienza scientifica, sia essa inedita, già edita, o rivisitata, non importa; siamo convinti che non tutti coloro i quali si avvicinano alla lettura di un contributo scientifico hanno il medesimo background di conoscenza; il target degli addetti ai lavori è variegato; nè ci spaventa la congerie di autori e di argomenti che abbiamo osato proporre: entro la fine del 2004 prevediamo una ristrutturazione del sito in chiave dinamica, per cui sarà possibile effettuare la ricerca dell'informazione, così da offrire "unicuique suum", a ciascuno la sua rivista!

"L'arte e la scienza sono libere e libero ne è l'insegnamento" (Costituzione della Repubblica Italiana, parte prima: Diritti e doveri dei cittadini, Titolo II, art.33).
Crediamo fermamente in questo dettame costituzionale e nella divulgazione scientifica come fine ultimo di crescita culturale della società e non come mezzo di "camurria intellettuale" finalizzato a raccapriccianti conquiste di potere e denaro! --->

1---> 2

Pubblicazione periodica telematica registrata presso il Tribunale di Frosinone con il n.303/2003 | Testata associata all'USPI | Informazioni sulla rivista | Informazioni sul copyright | Trattamento dei dati personali | Note per gli autori | Contact |